Manzoni, Tommaseo e gli amici di Firenze

€ 20.00

pp. 244 formato 16x24

Anno 2016

ISBN 978-88-6032-353-8

Studi

Condizioni di vendita

Anno 2016

ISBN 9788860323651

Studi

acquista su Casalini libri

Manzoni, Tommaseo e gli amici di Firenze

Carteggio (1825-1871)

A cura di: Irene Gambacorti

Il volume raccoglie 96 lettere, in parte inedite, trascritte o ricollazionate sugli autografi, scambiate da Manzoni con dodici corrispondenti legati alla Firenze di Vieusseux, dell’«Antologia», e dell’Accademia della Crusca. Spicca il carteggio tra Manzoni e Tommaseo, dal loro incontro a Milano nel 1825 all’ultima lettera del 1871: testimone di un legame importante, saldo a dispetto delle rade occasioni d’incontro, fondato su un’intima consonanza etica, oltre che sui comuni interessi di studio e d’arte. La cordiale accoglienza del circolo di Vieusseux nel settembre del 1827, l’entusiasmo per le opportunità aperte nell’ambito della ricerca linguistica, si rispecchiano nella corrispondenza con Giuseppe Borghi, Gaetano Cioni, Giovan Pietro Vieusseux, Giovan Battista Niccolini, Gino Capponi, indice della ricchezza intellettuale e umana di un’esperienza che segna l’opera letteraria ma anche, a lungo, i sentimenti e i ricordi. Completano il quadro, sotto l’egida del binomio Firenze-lingua, le lettere scambiate con i segretari dell’Accademia della Crusca, di cui Manzoni è fatto socio corrispondente nel dicembre 1827.

01/03/2016
«L'Indice dei Libri del Mese»

Manzoni, Tommaseo e gli amici di Firenze